Alcune nuove opzioni permettono l’esportazione ottimizzata in formato PDF , nonché un uso più flessibile dei documenti PDF posizionati in ArchiCAD e la creazione di file di dimensioni ridotte. Si possono segnalare con un apposito marker delle parti di progetto soggette a modifiche, in seguito dal Gestore Modifiche è possibile inserire per ognuna di esse annotazioni personali , il sistema provvederà automaticamente a tracciare cronologicamente data e autore delle modifiche che intervengono sulla parte. Lo stesso accade in Pianta, Documento 3D e Sezione. In più si ha a disposizione una vasta collezione di luci e sorgenti di luce nella libreria predefinita, con supporto di tutti gli effetti luce C4D e si possono anche caricare contenuti in formato IES, un formato tipico dei produttori di apparecchi d’illuminazione, per realizzare simulazioni di illuminazione reale. Il posizionamento del Marker è semplice ed intuitivo , perché segue le stesse logiche adottate anche da altri strumenti, come ad esempio lo strumento Dettaglio e il Foglio di Lavoro.

Nome: archicad 18
Formato: ZIP-Archiv
Sistemi operativi: Windows, Mac, Android, iOS
Licenza: Solo per uso personale
Dimensione del file: 61.32 MBytes

Rimanendo sul tema Materiali da costruzione, è da segnalare l’aggiunta di nuove caratteristiche assegnabili ad ogni materialesia legate alle alla produzioneche dell’ analisi energetica del ciclo di vita totale dei componenti edilizi; la gestione di tutte queste proprietà comprese quelle legate alla priorità d’intersezione fra i diversi materiali è stata migliorata grazie alla revisione dell’ interfaccia utente delle finestre di dialogo dei Materiali da Costruzione. Il posizionamento del Marker è semplice ed intuitivoperché segue le stesse logiche adottate anche da altri strumenti, come ad esempio lo strumento Dettaglio e il Foglio di Lavoro. Si possono creare fori, sottrarre o aggiungere forme poligonali normalmentecon i soliti comandi della Pet Palette, ma ora potranno avere effetto su tutti gli elementi selezionati. Il riscontro visivo durante l’editazione multi-elemento è notevolmente migliorato e reso più realistico durante l’adattamento verticale di elementi multipli in 3D. Gestore Modifiche Si tratta di un nuovo sistema che serve a tracciare l’evoluzione del progetto in tutte le sue varianti sia del modello che dei layoutcon possibilità di annotazioni e gestione della responsabilità delle diverse modifiche.

  SCARICARE GIOCHI PER ALCATEL ONE TOUCH 602

archicad 18

Una compilazione simile all’Indice Arxhicad presente nel Book di Layout, provvede a evidenziare lo storico cronologico delle modifiche elencate atchicad Gestore Modifiche; è possibile inoltre, cambiare il tipo di rappresentazione grafica, la nomenclatura e la numerazione delle modifiche esattamente come avviene per i layoutottenendo all’occorrenza Liste di Modifiche o Liste di Fascicoli. Si possono segnalare con un apposito marker delle parti di progetto soggette a modifiche, in seguito dal Gestore Modifiche è possibile inserire per ognuna di esse annotazioni personaliil sistema provvederà automaticamente a tracciare cronologicamente data e autore delle modifiche agchicad intervengono sulla parte.

Ci sono novità anche sul fronte della definizione di elementi con struttura composta che ora possono essere definiti anche senzauno strato strutturale. Si possono editare diversi elementi con una sola operazione e questo migliora sicuramente la produttività generale. SFbBox by cox plate.

Quando si utilizzano diversi strati per rappresentare una struttura composta ad esempio, nel caso di impermeabilizzazione con isolamento in pendenza entro una struttura di copertura piananessuno degli strati deve essere per forza strutturale. Rimanendo sul tema Materiali da costruzione, è da segnalare l’aggiunta di nuove caratteristiche assegnabili ad ogni materialesia archicax alle alla produzioneche dell’ arcihcad energetica del ciclo di vita totale dei componenti edilizi; la gestione di tutte queste proprietà comprese quelle legate alla priorità d’intersezione fra archiacd diversi materiali è stata migliorata grazie alla revisione dell’ interfaccia utente delle finestre di dialogo dei Materiali da Costruzione.

Gestore Modifiche Si tratta di un nuovo sistema archifad serve a tracciare l’evoluzione del progetto in tutte le sue varianti archicxd del modello che dei layoutcon possibilità di annotazioni e gestione della responsabilità delle diverse srchicad.

archicad 18

Il Gestore Modifiche è provvisto di una funzione di ricerca ed individuazione che consente di zoommare sull’area oggetto di modifica direttamente dall’elenco cronologico delle modifiche che interessano l’intero progetto. È migliorata anche la visualizzazione dei materiali edilizi trasparenti utilizzati come intercapedine nella vista 3D: Con l’introduzione del nuovo motore di CineRender non potevano mancare delle novità sul fronte delle Superfici C4D dedicate al nuovo motore di rendering.

Il riscontro visivo durante l’editazione multi-elemento è notevolmente migliorato e reso più realistico durante l’adattamento verticale di elementi multipli in 3D.

  SCARICARE TEX WILLER TORRENT

ARCHICAD 18 | Tag prodotto |

Il posizionamento del Marker è semplice ed intuitivoperché segue le stesse logiche adottate anche da altri strumenti, come ad esempio afchicad strumento Dettaglio e il Foglio di Lavoro. Si tratta di un nuovo archicax che serve a tracciare l’evoluzione archicae progetto in tutte le sue varianti sia del modello che dei layoutcon possibilità di annotazioni e gestione della responsabilità delle diverse modifiche.

Si possono archivad fori, sottrarre o aggiungere forme poligonali normalmentecon i soliti archicar della Pet Palette, ma ora potranno avere effetto su tutti gli elementi selezionati.

La finestra dei Settaggi Superficie accoglie ora la vasta possibilità di personalizzazione relativa al motore CineRender, ma ci sono anche molte superfici già pronte per l’uso all’interno della Libreria standard di ArchiCAD Strutture composte e Profili: Il modo in cui sono organizzate le Superfici facilita l’editazione multipla e l’organizzazione personale.

L’editazione di più nodi e bordi sovrapposti ad esempio col trascinamento di nodi, o lo spostamento dei bordioffre un miglior riscontro visivo di tutti gli elementi coinvolti in pianta come nelle viste 3D arcbicad per gli elementi FORMA e Shell. Lo stesso accade in Pianta, Documento 3D e Sezione.

ArchiCAD 18

Alcune nuove opzioni permettono l’esportazione ottimizzata in formato PDFnonché un uso più flessibile dei documenti PDF posizionati in Arcicad e la creazione di file di dimensioni ridotte. In archicav si ha a disposizione una vasta collezione di luci e sorgenti di luce nella libreria predefinita, con supporto di tutti gli effetti luce C4D e si possono anche caricare contenuti in formato IES, un formato tipico dei produttori di apparecchi d’illuminazione, per realizzare simulazioni di illuminazione reale.

La nuova palette dei Settaggi Fotorendering è provvista di un riquadro d’anteprima in grado di dare un immediato feedback visivo sulle impostazioni arcgicad sulle loro modifiche.

Back to Top